• 013.jpg
  • foto_0076_2860542524_o.jpg
  • foto_0032_2860465210_o.jpg
  • 011.jpg
  • foto_0150_2859990669_o.jpg
  • foto_0161_2860855316_o.jpg
  • foto_0123_2860730892_o.jpg
  • 002.jpg
  • 008.jpg
  • 009.jpg
  • foto_0000_2859559691_o.jpg
  • 005.jpg
  • foto_0103_2859866741_o.jpg
  • 012.jpg
  • foto_0095_2860631296_o.jpg
  • 006.jpg
  • 014.jpg
  • 003.jpg
  • 001.jpg
  • 010.jpg

Domenica 1 Febbraio si svolgerà la terza edizione della Firenze – Fiesole, manifestazione non competitiva, definita “concorso di eleganza dinamico”.
Il fine è infatti quello di radunare esemplari di vetture, da competizione o da turismo, costruiti dall'origine dell'automobilismo fino agli anni '60, con le opportune eccezioni riguardo auto più recenti, ma particolarmente importanti, e farle transitare fra Piazza Edison a Firenze e Piazza Mino a Fiesole così da poter essere osservate ed ammirate dagli appassionati non solo staticamente, ma anche in movimento.
Questa “passeggiata” prende il nome ed il tracciato da una competizione organizzata dall'Automobile Club di Firenze fra il 1948 ed il 1952 e che servì al rilancio dello sport automobilistico cittadino ed ebbe come protagonisti i migliori conduttori fiorentini dell'epoca, primo fra tutti Clemente Biondetti, ma anche Siro Sbraci, Attilio Brandi, Aldo Benedetti o l'indimenticato pilota – costruttore Pasquino Ermini.
La manifestazione avrà inizio con le operazioni di verifica sportiva e tecnica delle vetture Sabato 31 Gennaio fra le ore 15 e le 18 presso la Bettini Auto in viale Piombino. Domenica 1 Febbraio i partecipanti si raduneranno alle ore 9,00 in piazza SS: Annunziata da dove partiranno alle 9,30 circa per raggiungere piazza Edison attraverso piazza San Marco, piazza del Duomo, piazza San Firenze, Lungarno della Zecca Vecchia via Lungo l'Affrico, viale Righi.
Una volta schierate nel primo tratto di via San Domenico, alle 10,30 verrà data la partenza alla prima auto. Le altre partiranno a distanza di circa 30 secondi l'una dall'altra. Numerosi saranno i premi assegnati, ma in ogni caso non saranno riferiti alla prestazione sul percorso, bensì alle qualità tecniche ed estetiche de veicoli, al loro stato di conservazione, alla loro storia sportiva, alla loro collocazione nella storia dell'automobilismo.
Prenderanno la partenza 90 vetture storiche oltre a 5 “apri pista” particolari. Le 90 partenti sono state selezionate fra oltre 150 richieste di iscrizione pervenute. Si potranno ammirare mezzi di alta epoca come la OM del 1919 di Felice di Tocco, o la SCAT del 1922 di Gianni Morandi, o la Fiat 501 sempre del 1922 di Enrico Biancalani. Ma anche la Maserati A6G54 del 1954 di Gilberto Focardi,la Ferrari 250 Testa Rossa del 1959 di Giuliano Bensi, la Cobra del 1965 di Stefano Ricci, la Ermini 1100 del 1949 di Eugenio Ercoli o la Jaguar XK 120 roadster del 1951 identica a quella usata vittoriosamente da Clemente Biondetti nello stesso anno e che sarà condotta domenica dal nipote del Campione, Stefano Biondetti.
La manifestazione si chiuderà con la premiazione alle ore 12,00 in piazza Mino ed il pranzo al ristorante Le Lance.

 

Scarica il comunicato in formato .pdf.

Vai all'inizio della pagina
© 2018 - Scuderia Automobilistica Clemente Biondetti A.S.D. - tutti i diritti riservati - CF e PI 04017910482
Licenza ACISPORT Scuderia 28742 - Licenza ACISPORT Oraganizzatore 84411
info@scuderiabiondetti.it - tel. +39 0552486232
Powered by YOUR NET SOLUTION - Content Management PCB ASSISTENZA